Recidiva blocco urinario da stress

Salve. Ho due gatti, uno dei quali soffre frequentemente di blocco urinario idiopatico (da stress verosimilmente).
Ieri l\’ultimo, con tanto di corsa al vet, catetere e dimissioni dopo 4 ore proprio per farlo svegliare a casa e non stressarlo. Il tutto è cominciato con la nascita di mio figlio che ora ha due anni. Da allora due blocchi e uno scampato, sempre immediatamente successivi all\’arrivo in casa di giochi nuovi (a volte rumorosi) oppure a stress dovuto sempre alla presenza di mio figllio. Premesso che non posso ovviamente legare e ammutolire il bambino, ho paura che la situazione possa solo peggiorare. Inoltre, considerato che almeno una volta al mese ci muoviamo per far visita ai nonni nel weeknd, corro seriamente il rischio che si blocchi il venerdì e la domenica lo trovo morto…ha solo 3 anni. Il gatto mangia monge urinary 2 volte al gg e umido monge una volta al giorno. Il ph urine in entrambi i casi era buono. Nel primo caso non c\’erano cristalli all\’esame e la vet dice che per il tipo di ostruzione (molto verso il pene, si è sbloccato appena inserito un po\’ di catetere) non crede siano calcoli. Ora inserirò feliway ed integratori per la vescica. Cosa mi consigliate?

Risposta del 10 Settembre 2020
Salve, allora io proverei ad integrare comunque con un alimento studiato appositamente per queste patologie, come ad esempio urinary stress. Molto consigliato l\'utilizzo anche di fontanelle per far bere il gatto con pi frequenza e alimento umido. Se non dovesse migliorare con alimentazione, feliwat, integratori a quel punto la strada potrebbe essere quella della chirurgia...eseguendo un uretrostomia.