Fai una domanda
ad un nostro esperto

Cane deceduto in pronto soccorso

Buongiorno , preoccupato per una difficoltà nella respirazione del mio cane durante le passeggiate con temperature esterne un pochino alte , mi rivolgo al mio veterinario , inviandogli anche un video. Per la paura che la cagnolina potesse soffrire di un collasso tracheale o qualcosa di simile, in accordo con il veterinario , porto la cagnolina in clinica al pronto soccorso.  Li , la prendono e la portano a fare una lastra , senza dirmi nulla la portano al reparto di terapia mettendola in una camera ossigenata. La dottoressa torna da me e mi dice che Connie avrebbe passato li la notte , io insisto che non era il caso perchè la cagnolina si sarebbe agitata molto e il mio veterinario mi aveva assolutamente detto di fare in modo che ciò non accadesse. Dico alla dottoressa che la sento anche abbaiare , con il suo tono inconfondibile di quei giorni , lei mi risponde che non si trattava del mio cane , che il mio cane era tranquillo e sedato (cosa che poi non è risultata vera dalla cartella clinica). La dottoressa spende altri minuti con noi per farci il preventivo per un eventuale intervento nei giorni successivi e ci fa pagare una caparra. Esco dalla clinica , torno a casa , un'ora e mezza dopo ricevo la telefonata dalla clinica che la cagnolina aveva avuto un peggioramento ed è morta. Ho dovuto mandare una raccomandata per avere la cartella clinica di quella notte , da li appare che nessun sedativo è stato dato alla cagnolina. A me pare evidente che la crisi respiratoria che ha avuto sia stata dovuta all'agitazione. Mi pare evidente che la clinica abbia sbagliato  a trattenerla quella notte  e soprattutto a non sedarla da subito. Nei giorni successi , la clinica ha cercato di farmi rassegnare dicendo che probabilmente aveva comunque un tumore alla gola . Onestamente credo poco anche a questo ma comunque la cosa non giustificherebbe la morte del cane poco dopo che l'abbiamo lasciata in clinica , visto anche il fatto che la cagnolina era così da molte settimane ed era una cagnolina che mangiava e giocava normalmente fino a quando l'ho portata in pronto soccorso . Posso avere un vostro parere ? (nell'immagine in allegato , quello che dicono di aver fatto al PS) Grazie cordiali Saluti , Massimo 

Cane     MasMin     Domanda del 11/07/2019 10:02

  • Scritto il 11/07/2019 12:08 Dr.ssa Francesca Beribè

    Buongiorno Massimo

    innanzitutto comprendo a pieno il suo dolore e la sua rabbia. 

    Da quanto mi ha girato evince che la cagnolina era sedata con il butorfanolo che è un farmaco oppiaceo, quello che invece non comprendo è il tipo di intervento chirurgico a cui doveva essere sottoposta. Non comprendo se aveva una massa a livello del collo o se era solo un sospetto. Quanti anni aveva la cagnolina? 

    In questi casi purtroppo l'unica cosa sensata da fare è sottoporre il cane ad una necroscopia da parte di un veterinario super partes che possa realmente riscontrare ciò che è accaduto. 

    Mi tenga aggiornata

    saluti


  • MasMin
    Scritto il 11/07/2019 13:45 Visibile solo a te

    Grazie, la storia e' molto lunga... anche se la prima parte e' relativamente collegata alla seconda... sintetizzo: A dicembre il mio veterinario sospetta il morbo di cushing alla cagnolina di 14 anni. Si fanno esami e la diagnosi e' confermata... A Gennaio si fa una TAC total body per vedere se il problema e' surrenale o ipofisario e per escludere altre metastasi.Si fa un percorso per stabilizzare le condizioni con trilostano.Il 13 marzo viene asportata la surrenale. Il 10 Aprile viene fatto un controllo dove sembra tutto ok anche se la cagnolina soffre di affanno , si pensa solo per il cushing. Il 24 Maggio porto la cagnolina al PS perche' l'affanno non passa e anzi con un po' di caldo in piu' , quando si affatica, lo si vede evidente. La cagnolina era però stabile da settimane , e' stata portata solo per scrupolo. Al PS viene visitata e ricoverata per sospetto collasso tracheale ma come dicevo , senza che fosse constato uno stato critico, tanto e' vero che non ci hanno nemmeno permesso di salutarla. Muore... successivamente ci dicono che comunque Connie , dalla lastra del PS, avrebbe sviluppato un tumore maligno di 3cm alla gola dopo il 10 Aprile e , proprio quella notte ha ceduto... io non ci credo perche' stava in condizioni cosi stabili da settimane , a mio avviso o la cagnolina si e' agitata troppo o hanno fatto errori che ovviamente nelle loro carte non sono registrati. Allego una foto con il preventivo che ci hanno fatto per eventuale intervento per collasso...mentre Connie stava per morire e di fianco la lastra dove loro sostengono di vedere il tumore maligno sviluppato in 3 settimane. Da tenere conto che la cagnolina in questi mesi e' stata "massacrata" nella zona della gola , tra prelievi e operazioni , quindi potrebbe essere stato anche un ascesso che non sono riusciti a gestire i due ragazzi , giovani , la sera del PS. Grazie ancora per la disponibilita'


  • Scritto il 15/07/2019 11:42 Dr.ssa Francesca Beribè

    Buongiorno 

    mi scusi quindi è stata operata alla gola? L'esame istologico della surrenale asportata ha confermato la neoplasia?

    Purtroppo senza un esame necroscopico si può fare poco anche dal punto di vista legale

    Mi aggiorni

    saluti


  • MasMin
    Scritto il 15/07/2019 17:32 Visibile solo a te

    Buongiorno, prima di tutto grazie per la risposta. Il surrene asportato ha confermato la neoplasia. La gola invece non e' stata operata perchè è morta al PS solo dopo un ora e 30 che era li , l'operazione avrebbe potuto tenersi nei giorni successivi. Il problema è che hanno voluto tenere la cagnolina in clinica , senza potermela fare portare a casa e probabilmente non l'hanno sedata subito bene . Hanno ammesso che la cagnolina si è agitata ed ha avuto una crisi respiratoria ma non ammettono di aver fatto errori. Ciò mi sembra assurdo perchè se la cagnolina non si fosse agitata per un ora prima del loro intervento , non avrebbe , secondo me , avuto ipossia e scompenso... la cagnolina era cosi da molte settimane... Possibile che non potevano farmela vedere, portare a casa , o sedare meglio per evitare che si potesse agitare in quel modo ?? , il mio veterinario mi aveva detto che l'unica cosa che non andava fatta era farla agitare.... Secondo me hanno commesso un grave errore a non valutare il suo stato di agitazione , forse impegnati in qualche altro intervento... chiedo a voi , possibile che non poteva essere evitato ciò ? Con una cagnolina dove si dice esplicitamente che non deve essere fatta agitare, non è possibile evitarlo ? Piuttosto , dico da ignorante, la porto in uno stato , mi passi il termine , di "quasi coma"... con un sedativo forte...   Grazie ancora per l'interesse alla mia problematica . Cordiali Saluti . Massimo


  • Scritto il 16/07/2019 12:32 Dr.ssa Francesca Beribè

    Buongiorno

    ha un esame istologico del surrene così che io possa completare il quadro?

    La cagnolina credo che sia stata trattenuta non contro la sua volontà ma credo che lei abbia firmato un consenso informato per il ricovero e per la somministrazione di farmaci sedativi. Purtroppo è difficile dire cosa sarebbe accaduto se......credo che le condizioni di salute fossero già gravemente compromesse altrimenti non sarebbe stato questo l'epilogo

    MI dispiace ma solo un esame necroscopico le potrà dare le risposte che cerca

    resto a disposizione 

    saluti


  • MasMin
    Scritto il 16/07/2019 13:20 Visibile solo a te

    Buongiorno, ecco l'esame istologico del surrene. Certamente ho firmato e mi sono dovuto rassegnare a lasciare il cane : ho insistito perche' tornasse a casa con me evitando di  farla agitare , alla fine , dopo aver detto piu' volte che l'agitazione poteva dare origine a problemi piu' gravi (per quello che mi aveva riferito il mio veterinario) , mi sono fidato del fatto che dicevano che oramai la cagnolina era di la tranquilla. Dopo la morte si scopre che lo scompenso e' stato dovuto ad agitazione. Ripeto che la cagnolina era stabile da molte settimane , le condizioni non erano affatto compromesse , ha giocato con me fino a che l'ho portata in clinica. E' stata portata solo per precauzione , dopo essermi confrontato con il mio veterinario e aver saputo che poteva trattarsi di una paralisi tracheale o collasso tracheale. La cagnolina quella sera era nello stesso stato di tutte le altre serate precedenti , dove pensando (come anche gli altri veterinari) che l'affanno era solo la conseguenza del cushing che si sarebbe attenuata con il tempo , non avevo dato peso. A distanza di 2 mesi dall'operazione , ho inziato a dargli peso, mi sono informato su internet e con il mio veterinario , e mi sono semplicemente spaventato al pensiero che potesse trattarsi di un collasso tracheale , da cui , ripeto , per scrupolo , la decisione di riportarla in clinica....


  • Scritto il 18/07/2019 12:04 Dr.ssa Francesca Beribè

    Buongiorno 

    ma il collasso tracheale era stato diagnosticato o sono solo ipotesi? 

    Chi ha riferito che la morte è stata causata dallo scompenso dovuto all'agitazione? 

    Mi scusi ma senza un esame necroscopico sono solo supposizioni



  • MasMin
    Scritto il 18/07/2019 12:34 Visibile solo a te

    Buongiorno e grazie per il tempo che mi sta dedicando , Il collasso tracheale era una ipotesi , il giorno dopo la morte analizzando la lastra fatta poco prima del decesso , la clinica sostiene che comunque la cagnolina aveva sviluppato un tumore maligno di 3cm nell'ultimo mese che ha causato i problemi di respirazione (anche se ammettono che poteva trattarsi di un ascesso , che a mio parere sarebbe forse piu' probabile  , visto le tempistiche in cui si è manifestato e le operazioni a cui era stata sottoposta). A mio avviso , questo è stato un tentativo per farmi comunque rassegnare e accettare la situazione. Lo scompenso dovuto all'agitazione è emerso in un colloquio, registrato , qualche giorno dopo la morte. Quindi la morte per agitazione è piu' di una supposizione. Il tumore e' una supposizione che però , a mio avviso , che ci fosse o fosse solo un ascesso , non giustifica la morte dopo un ora che è stata lasciata al PS , tenendo conto della stabilità del cane quando è stata portata. Grazie ancora , saluti


  • Cosa dicono altre persone come te che hanno usato Vetclick.it

  • Ho cercato per ore in internet e fra i tanti Vetclick mi è sembrato il più competente.
    Sin da piccola ho avuto cani e quindi potevo immaginare cosa potesse essere successo al mio ma, per sicurezza, ho voluto consultare uno specialista.
    I miei dubbi infatti si sono confermati.
    Un grazie a Vetclick per la risposta immediata che mi ha dato!
    Sono felice perchè che in caso di bisogno su di voi so di poterci contare.

    Antonella L.
  • Onestamente ho trovato questo sito per caso e dopo aver letto tante risposte ho pensato di fare anch’io la mia domanda.
    La risposta è state immediata e i dottori si sono dimostrati gentili e in grado di consigliare.
    Io personalmente non ho avuto per la mia gatta casi gravi di malattie ma semplici dubbi e Vetclick mi è stato davvero utile per capirla al meglio!!


    Michela M.
  • Quando il mio gatto ha iniziato a stare male ho cercato il modo di chiedere un consulto online e ho trovato Vetclick, mi è sembrato un sito davvero molto serio, una specie di medicitalia per gli animali.
    Mi è stato molto utile per il nuovo arrivato in famiglia e i dottori hanno risposto rapidamente con competenza e cordialità.


    Cristiano C.
  • Sono capitata sul sito casualmente attraverso Facebook e leggendo le risposte che i dottori di Vetclick avevano dato ad altri utenti prima di me non ho avuto dubbi di trovarmi sul sito che cercavo.
    Ho posto una domanda riguardante l'alimentazione dei miei cani e con molta professionalità mi è stata data immediatamente una risposta esaustiva.
    Se ne avrò necessità userò sicuramente ancora questo sito.

    Donatella B.
Indietro